rimarchevole…

un blog di provincia…

– Bocca di Kulo


Lo chiamavano bocca di kulo
Ma amava mangiare, amava mangiare
Lo chiamavano bocca di kulo
Ma amava mangiare sopra ogni cosa

Appena salito al Ministero
Nel paesino dei Balocchi
Tutti si accorsero dai Telegiornali
Che dappertutto metteva gli occhi

C’è chi alle cene ci va per noia
Chi se le sceglie per professione
Bocca di kulo né l’uno né l’altro
Lui ci magnava per passione

Ma la passione spesso conduce
A soddisfare le proprie voglie
Senza indagare se il peperone
E’ troppo piccante o procura doglie

E fu così che da un giorno all’altro
Bocca di kulo si tirò addosso
La più incredibile delle caghette
al Viminale cagandosi addosso.

Cambio divisa cambiò giubbino
pensando alla Tav miniera d’oro
Già gli spiaceva per quella sera

Nessuna cena di lavoro.

Si sa che la gente dà buoni consigli
Sentendosi come Gesù nel tempio
Si sa che la gente dà buoni consigli
Se non può più dare cattivo esempio

Così da Ministro seppur con le doglie
Senza porchette, senza più voglie
Si prese la briga e di certo il gusto
Di dare a tutti il consiglio giusto

E rivolgendosi ai suoi compari
Li apostrofò con toni volgari
“L’assenza di Tav sarà esorcizzata”
Disse “da un’ arcaica Grigliata”. (continua)

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 13, 2019 da in acidofile, antifascismo con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: