rimarchevole…

un blog di provincia…

– Per Natale Fano illumina il santo Cantiere Vivente


In occasione del periodo avventizio elettorale, nella Prima domenica di Avvento il sindaco fanese Seri parteciperà personalmente, nei panni del Bambin Ospedale Unico, all’ illuminazione con ceri e torce del Cantiere Vivente, unica rappresentazione e narrazione liturgica in Italia della raccolta voti che finirà poi con la cerimonia della Croci-apposizione sulle sacre schede.
Il Cantiere comprende, originale ed unico nel suo stile così fanese (costellato quindi di buche e da miriadi di cartelli stinti), il deserto del Pincio, aldilà del quale i Re Magi vengono dirottati verso le lande psico-consumistiche di Auchan.
Dal romano pavimento, nel centro sabbioso e pietroso, verrà poi deposto nella mangiatoia con paglia, falci e martelli, anche l’assessore Mascarin, circondato da aureola,  in questo periodo lampeggiante di iniziative multi-culturali pedagogiche e propedeutiche (a intermittenza) all’Avvento elettorale, …di là da via Roma dicevamo, si procede poi verso la Nuova Bretella, ornata di stelle blu e di esoterici cartelli che ci indicano la via per …Grosseto.
A fianco di questa, costruito in carta colorata, è avvolto in suoni flautati il nuovo Centro natatorio, che sostituisce il classico laghetto di specchi per allodole o il tradizionale ponticello su ruscello di carta velina.
Mentre in centro suonano i carillon dei due Alberi, come i due Papi, e la pista di ghiaccio evoca la necessità di riaprire il reparto di Ortopedia del Santa Croce, le pecorelle dei Cinque stelle, confuse dal Contratto con gli italiani, belano in disparte e fanno da contorno, in attesa di essere sospinte a sera nella verde piattaforma, che evoca cori natalizi di voci bianche lodanti Salvini.
Pare che questa sinergia tra sforzo pre-elettorale e festeggiamenti riscuota grande successo, al pari del nuovo spot di un operatore telefonico che ci spiega che ormai “gli italiani vogliono solo i regali”, come i nostri cani attendon l’ossuccio di Natale.
La parte di Erode, nella sacra rappresentazione fanese, sembra però sia stata affidata al senatore leghista Paolini.
Nel frattempo Serfilippi si aggira nel sacro Cantiere vestito da zotico suonando la piva, ed ha scordato di togliersi l’orologio regalatogli da… . Per il ruolo di Madonna concorrono nel sacro Cantiere Marta e Lucia, entrambe adornate col filo di perle (intermittenti) di ordinanza.
Suggestivo, intanto, il ruolo di stella cometa assunto dal sindaco pesarese Mattero Ricci, la cui traiettoria verso la galassia Renzi sembra però essere sempre più confusa ma che ora brilla in alto verso nord.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 1, 2018 da in acidofile, pesche sciroccate, pubblicità, satira con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: