rimarchevole…

un blog di provincia…

-Che sempre sarà, eccelsa e umile


Se n’è andata improvvisamente, il 27 maggio, Monia Andreani. Nata a Perugia il 12 dicembre 1972, femminista e anarchica, fortemente impegnata a promuovere un pensiero libertario e non violento, la sua formidabile formazione culturale le ha consentito un pensiero pioneristico che coniugava filosofia, etica, teoria e prassi (Università di Urbino e poi Università per Stranieri di Perugia), come divulgatrice (Popsophia et c.) e come attivista. Nata nella città di Aldo Capitini, trasferitasi poi a Fano, è stata militante e per breve tempo anche segretaria di Alternativa libertaria- Fdca; da ricordare, oltre ai tanti testi accademici e divulgativi in filosofia teoretica, filosofia femminista e bioetica, il suo recente  ’ Biologico, collettivo, solidale’ uscito per i tipi di Altraeconomia. Uscirà a breve il libro “Rifugiati nella rete”, per Franco Angeli, un testo collettivo da lei voluto sull’esperienza della ‘Rete vulnerabili’ del Comune di Milano.
Un Comitato scientifico inter-universitario e una Rete di associazioni si formerà per sostenere il suo progetto di ricerca e di sostegno agli studenti.
Per info: f.palazzi_arduini (AT) comitatinrete.it

A breve altri materiali bibliografici, ricordi, anche sul suo sito web.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 3, 2018 da in monia andreani con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: