rimarchevole…

un blog di provincia…

– SalvISIS


Un atto di terrorismo stile Isis (sparare a gente inerme girando in auto), messo in atto da una persona inquadrata da una frequentazione assidua di gruppi e siti fascisti e xenofobi (per Isis invece si tratta di gruppi e siti di pseudo islamismo anti-occidentale). Quale la differenza?
Che nel caso di Macerata la rivendicazione, consistente nel pieno sostegno con giustificazione e promessa di pagamento delle spese legali, non proviene da un leader in clandestinità ma da un gruppo neofascista con candidati alle prossime elezioni politiche (Forza Nuova).
La giustificazione e strumentalizzazione proviene però anche dal leader di un partito che ha già governato in passato, Salvini.
Salvini usa il termine “scontro sociale” a proposito dell’accaduto. Questa è già di per sé la giustificazione ideologica per la violenza: si tratterebbe di gesti giustificati dal clima sociale.
In questa maniera Salvini si presenta come soluzione elettorale per coloro che ammettono l’uso della violenza a fini terroristici, ma al contrario di chi accetta il “martirio” o il carcere, preferiscono non subire conseguenze.
Non si tratta quindi di un Salvini “mandante”, come ha detto Saviano, ma di un Salvini sfruttatore finale di un processo di esasperazione ideologica. Il fine utile è la sua elezione.
Il tentativo di Salvini potrebbe essere poco riuscito, perché molti suoi potenziali elettori potrebbero comunque essere spaventati da questo uso spregiudicato dei moventi.
Se si tratta di strategia della tensione, se cioè il terrorismo neofascista fa parte di un processo volto ad esasperare l’audience per proporre soluzioni già confezionate, lo vedremo presto, basterà verificare l’apparizione o meno di altri più cattivi nel solito gioco degli opposti.
Intanto segnaliamo tre risorse presenti sul web,
-l’Appello recente di una serie di associazioni (capofila ANPI) e realtà politiche contro il nuovo fascismo, Mai più fascismi, per riflettere sull’applicazione delle norme che vietano la ricostituzione del partito fascista, tra garantismo liberale e pericolo di sottostima dell’organizzazione nera
-la lista delle aggressioni neofasciste avvenute in Italia
-la nostra segnalazione delle pesanti caratterizzazioni neofasciste anche tra i candidati locali di un’altra lista concorrente alle elezioni 2018, Casa Pound.

 

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il febbraio 4, 2018 da in antifascismo con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: