rimarchevole…

un blog di provincia…

– Primavera: tempo di devastazioni?


E’ arrivata la bella stagione e con essa notizie di devastazioni del patrimonio naturale e di attività contro di esse:
a Fano si inizia con lo smembramento della vecchia Ferrovia Fano-Urbino, “La tratta rientra proprio fra i primi 18 tracciati che, paradossalmente, la nuova Legge sulle Ferrovie Turistiche, ora in discussione al Senato, tutelava”, denuncia Italia Nostra. Ovviamente Sinistra Unita, la “contro-vocina del Padrone”, ha presentato subito una interrogazione sull’accaduto…e si può immaginare quanto sarà utile. Oppure, chissà, in cambio dello smantellamento della sanità pubblica oltre a un pezzo di Parco c’è chi è disposto a donare anche qualche traversina alla popolazione.
Poco più in là, in Umbria e più precisamente a Colfiorito, si è tenuta l’iniziativa contro il gasdotto Snam, che ha visto la partecipazione del geologo Francesco Aucone, compagno Fdca che già era stato presente a Fano per l’iniziativa su Terremoto e spopolamento del territorio. Francesco ha confermato i dubbi degli abitanti dell’entroterra umbro sul reale pericolo di una pipeline del genere, che insisterebbe per la quasi totalità su territori ad alto rischio sismico. Leggi il resoconto: pag_3-4 nuovo
Purtroppo non dissimile la vicenda dei cittadini pugliesi delle zone del Salento, a Melendugno, a Borgagne, frazione del comune, si trova l’ulivo più vecchio, più antico del Partenone:   “Il TAP ci viene spesso presentato come “un’alternativa al gas russo”, ma è davvero così? Se guardiamo i dati dei consumi, anche in tempi di recessione, il TAP non potrebbe sostituirsi alle quantità di gas che importiamo dalla Russia. Inoltre non è dato sapere il costo complessivo del TAP e delle altre parti del
gasdotto, dall’Azerbaigian all’Italia, e come verrà finanziato. A conti fatti, la vera alternativa consisterebbe nel definire i bisogni reali di energia di ciascun territorio, guardando agli anni a venire e al modello economico che ciascun territorio vuole definire per rinascere dalla crisi. E quindi pensare agli interventi necessari anche per produrre energia, tagliando il cordone della dipendenza dal gas. Un progetto come il TAP va in direzione contraria, è un ostacolo alla possibilità di pensare a delle alternative realmente trasformative per i territori. ” Ora la sensibilità delle persone è stata attivita dalle foto degli ulivi deportati che hanno girato su ogni sociale, ma non basta, occorre portare avanti il discorso del cambiamento delle scelte politiche.
Leggi tutto: Dieci ragioni per dire no al gasdotto TAP-il
Non dissimile la lotta dei cittadini del Salento da quella che hanno portato avanti i comitati della Valmetauro, Comitatinrete, per difendere l’entroterra da una installazione che poco aveva a che vedere con la produzione di energia pulita e molto con gli affari di pochi investitori a caccia di incentivi statali.
La battaglia per costruire una alternativa democratica e pulita alla produzione di energia come business di pochi continua.
La cura dell’ambiente non è solo la protezione del verde urbano da interventi demenziali di svariate amministrazioni pubbliche che vedono gli alberi come posti auto in meno, innanzitutto è difesa dell’ecosistema della costa e delle valli e lotta contro le nocività.
Meriterebbe un cenno anche la parte costiera di Fano che dalla zona “Bersaglio” arriva sino alla Foce del Metauro, in gran parte devastata e abbandonata all’incuria e alla monnezza, perché come al solito si aspettano progetti faraonici per fare quello che invece, assieme ai cittadini, da decenni non si fa: un tratto di mare prima lasciato ai militari e al go-kart, poi al luna park, mentre in città si fanno mega convegni sul turismo e sulla città “smart”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: