rimarchevole…

un blog di provincia…

– Ora-cola, una lettura poetica che ironizza sull’audience

Game of Thrones Winner

Sabato 5 novembre, dalle 18.30, presso l’Infoshop di Fano, si tiene la lettura poetica “ad estrazione” Ora-cola. Si tratta di un modo creativo di ironizzare sul ruolo della poesia nella società del web e dei social network.
La poesia come strumento di comunicazione di contenuti che mettono in moto l’immaginazione, e come strumento breve, è stata infatti ormai completamente sostituita, magari assorbita, nel miglior caso dalla canzone (non per niente quest’anno il Nobel a Dylan), nell peggiore dallo spot pubblicitario, e sicuramente dal transitorio post su Facebook. L’attenzione delle persone per i contenuti è ormai saldata alla ricerca di visibilità, al successo di audience sul web, alla creazione di senso per finalità di uso personale ed immediato. L’attenzione distratta, la famosa distrazione di massa, è attratta dal gioco che fornisce elementi sulla propria personalità, spesso anche dagli oracoli elettronici, dal sorteggio della fortuna.
Per questo ho deciso di numerare a caso le mie poesie e filastrocche, aggiungendovi anche delle “ospiti” , in modo che le persone possano estrarre un numero legato ad una poesia, come questa fosse anche un responso. Commenti e battute dopo la lettura sono un modo di riflettere assieme, di smitizzare il ruolo della poesia, e di darle valore a partire dalla relazione (non era proprio la “relazione” il tema della Festa della sostenibilità di quest’anno? siamo in sintonia…).
A pezzi di poesia tradizionale ho voluto aggiungere qualche filastrocca politica, simile ad alcune mie pubblicate da questo blog, se sorteggiate quindi leggeremo anche “La piscia di Pannella” o la già conosciuta “Mattarella si tinge i capelli” oppure una delle mie poesie preferite sul lesbismo “Ero pazza nel Novanta”…
In chiusura potremo anche vedere assieme il risultato dell’estrazione dei numeri legato ad un altro fenomeno, chiamato “Letteratura potenziale”: le persone intervenute infatti a loro insaputa avranno composto esse stesse una poesia.
Insomma, non so se i miei lavori vi piaceranno ma spero almeno che l’idea vi diverta…la confezione più importante dei contenuti? Staremo a vedere.
E se siamo troppi/e? Hermann Hesse diceva che le feste anarchiche non sono per tutti… semmai se la tv oggi siede sul trono di spade, noi ci sediamo per terra.
Per seguire il programma di Femminismi di quest’anno potete visitare il blog.

Dada Knorr

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 23, 2016 da in alternativa libertaria fano, femminismi, iniziative infoshop fano con tag , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: