rimarchevole…

un blog di provincia…

Festa PD, il programma ‘umano’

renzi_givemefive
“Il Partito democratico è l’unico partito in grado di aggregare, fare squadra e confrontarsi.” con questa modesta affermazione vetero-leninista parte la Festa PD a Pesaro.
Dopo le asfaltature e le ripartenze, e dopo la scoperta ricciana della parola “felicità” ancor prima del remix di Albano e Romina, il PD riscopre la parola “umanità” (fregata oltretutto all’Umanesimo e agli Anarchici, dei quali uno dei periodici italiani più noti è appunto “Umanità Nova”).
E’ con questo essere umani che il Pd pesarese colonizza il lungomare della città riempiendolo di concerti, inteviste e cotillon, con un programma politico senza titoli, trattandosi di semplici indicazioni di chi intervisterà chi. Unico fuori dal coro in questa smitragliata di interviste ai dirigenti, la “Lectio magistralis” di Walter Veltroni… ma cosa crede, di essere in un ateneo?
Mercoledì 31 finalmente spunta fuori il suo titolo: “Ritrovare l’umanità, riscoprire la politica”, non si sa chi l’avesse persa e chi la deve riscoprire, siamo sicuri però che, con le atmosfere della Grande Bellezza, o bruttezza che dir si voglia, saremo tutti affascinati dai consigli di Veltroni, rivolti a noi, “cittadini” coi quali il PD vuole stare a contatto, …o rivolti o Matteo Renzi, non si sa. “Sarà l’occasione per fare politica nel modo che più amiamo, in mezzo alle persone, a contatto con i cittadini e le cittadine.” Scrive la segretaria pesarese Fraternali, ricordando che il SI al referendum costituzionale servirà per “Cambiare per consegnarci istituzioni più snelle ed efficienti, per ridurre il numero dei parlamentari.”
Non sappiamo come e in che misura sarà consentito fare domande dal pubblico a queste meravigliose performances, e francamente visti i presupposti non si sa a quanta gente interessi, tra i turisti per caso e gli esuli delle feste PD già svolte (tra le quali il ben finanziato festival fanese Passaggi, che presenta gente famosa di passaggio).
Giovanni Gostoli, segretario provinciale, ammonisce forse sulla politica renziana citando Il Piccolo Principe:”Il vero amore comincia quando non ci si aspetta nulla in cambio“. Strano, perché noi malfidati pensavamo che i politici volessero sempre in cambio qualcosa… . Certo non siamo aggiornati.
Prosit, il  panorama delle feste politiche non di partito è già spento da tempo, quelle di partito tramontano nel crepuscolo dello “stare tra la gente”, imperativo categorico sia bersaniano che renziano, per la quale mission trascriviamo la portentosa ricetta (non ancora vegana…ma la piadina è anche di farro) del Pd, listone quasi inimitabile (e della quale saranno ben contenti i ristoratori pesaresi che si vedono scippare il potenziale bottino di fine stagione):

RISTORANTE
“DAL CENTRO ALLE COLLINE”
Antipasto misto:
– Affettati misti/Formaggio/Polenta/
Crostino/Piadina/Farro con
verdure e ceci
Primi piatti:
– Tagliatelle al ragù con salsiccia
– Tagliatelle con fagioli
– Ravioli alla boscaiola
– Cannelloni
Secondi piatti:
– Bistecca di capocollo
– Piatto misto di carne:
spiedino/salsicce/costine
– Castrato e/o agnello
– Coniglio in porchetta
– Petto di tacchino
Contorni:
– Insalata verde
– Patate fritte
– Patate arrosto
– Verdura cotta
MENù BAMBINI
– Mezze penne in bianco
o pomodoro
– Petto di tacchino con patate fritte
RISTORANTINO
“VILLA FASTIGGI”
– Grigliata mista di carne
– Hamburger
– Pollo allo spiedo
– Bistecca
– Panini sfiziosi
– Wusterl e patatine
– Stoccafisso
– Patatine fritte
– Contorni misti
– MENù
BAMBINI
RISTORANTINO
“MURAGLIA E MONTEGRANARO”
– Cinghiale ai “Peccati di Gola”
– Fagioli
– Seppie con piselli

– Maltagliati ceci e vongole

PIADINERIA
PIADINA CON UNA FARCITURA
– Prosciutto
– Formaggio
– Verdura cotta
– Salsiccia
– Gratinati
– Porchetta
– Nutella
PIADINA CON
DOPPIA FARCITURA
– Salsiccia e verdura
– Prosciutto crudo e formaggio
– Prosciutto crudo e verdura
– Stracchino e rucola
– Salsiccia e gratinati
– Prosciutto crudo e gratinati
– Stracchino e gratinati
PIATTO UNICO
– Salsiccia patate fritte
bicchiere di birra
– Salsiccia patate fritte
bicchiere di vino
– Trippa

– Patate fritte

FESTIVAL DEL CIBO PER STRADA – LUNGOMARE DELLA PALLA
DOVE MANGIARE
– Dolce mania:
dolciumi croccante e caramelle
– Bomboloni di gisto:
bomboloni caldi farciti
– La frittoria:
fritti misti al cartoccio, pesce, olive all’ascolana, patatine..
– Giovannino il re dell’arrosticino:
arrosticini abruzzesi al cartoccio
– Manetti:
cucina toscana, lampredotto e panini con la porchetta
– Il fruttolo:
birrificio artigianale padovano
– 61100:
birrificio artigianale pesarese
– Carlitos custumbres argentino:
carne argentina alla brace
– Patrignani:
menù di wurstel accompagnato a birre selezionate
– Tipico Tips:
affettati e formaggi tipici marchigiani,
vini e prodotti del territorio.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 20, 2016 da in acidofile, pensiero anarchico e libertario, politica locale con tag , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: