rimarchevole…

un blog di provincia…

Spagna ’36: l’Utopia si fa storia

spagna_36_promoweb
Spagna ’36: l’Utopia si fa storia. Iniziativa a cura di Alternativa libertaria-FdCA.

Approfondimento storico di Roberto Bernardini, voce e canti di Tiziana Gasparini.

Presso il Centro di documentazione Franco Salomone, Fano, Piazza Capuana 4 (Fano 2),

1 luglio 2016, dalle ore 21.

“La terra e le fabbriche furono collettivizzate, furono costituite migliaia di comuni agricole. Gli operai divennero direttamente responsabili della produzione industriale, i contadini di quella agricola. La difesa si organizza in milizie popolari; numerosi aspetti della vita quotidiana come l’educazione e il rapporto tra i sessi subiscono profonde modificazioni… .

In pochi giorni il settanta per cento delle imprese erano divenute proprietà dei lavoratori. Nell’Aragona, dove fin dal luglio 1936 i miliziani e le miliziane della colonna Durruti avevano dato impulso al movimento, furono coinvolti quasi tutti i villaggi: la federazione della collettività arrivò a comprendere mezzo milione circa di contadini. (…) Nella Spagna del 1936 non vi fu solo una guerra civile tra fascisti e antifascisti, ma in particolare nelle zone dove gli anarchici e gli anarcosindacalisti della CNT (Confederaciòn Nacional del Trabajo) costituivano la forza più importante fu attuato il più grande esperimento di autogestione libertaria della storia umana. La rivoluzione spagnola fu ostacolata e infine repressa nel sangue dall’esercito repubblicano e dallo stato antifascista controllato dagli stalinisti.”

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: