rimarchevole…

un blog di provincia…

Bouquinistes e polli.

mein-kampf
“E in Germania si sta anche molto discutendo sulla forma nella quale reintrodurre lo studio del testo, ovviamente a scopo storico, nelle scuole. Per altro in Germania le edizioni non commentate del Mein Kampf restano vietate. Ma pochi giorni fa un editore di Lipsia , come riportato da Bild , ha deciso di pubblicare il Mein Kampf nell’edizione originale, senza alcun commento a supporto. Si tratta della casa editrice di estrema destra Der Schelm (letteralmente il “briccone”). La procura di Bamberga ha aperto un’inchiesta.” Da Il Giornale, 8 giugno, pochi giorni prima di ripubblicare il libro in edizione Bompiani 1934, privo di note critiche, nell’edizione parziale voluta da Mussolini.
Titola Die Stern: il giornale di Berlusconi vende il Mein Kampf come allegato… La sinistra si infuria.
Questa diffusione, visto che la vecchia edizione è comodamente reperibile in pdf, non serve ai curiosi e agli studiosi ma ad aumentare gli incassi de Il Giornale, che presenta il testo come interessante oggetto di studio di ciò che definisce “il male”, per una copia vecchio stile i furboni hanno incassato dai polli ben 11 euro e 90 più il costo del giornale.
L’edizione critica invece, le cui vendite vengono destinate ad una associazione di vittime del nazismo, e la cui tiratura è andata subito esaurita, sono state offerte su eBay da altri furboni a 500 euro e su Amazon a 375.

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 12, 2016 da in acidofile, antifascismo con tag , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: