rimarchevole…

un blog di provincia…

Audi come Iron man, parole d’ordine .

Non poteva fare di peggio la casa automobilistica Audi, in questo periodo di scandali automobilistici, che produrre uno spot per la nuova Audi A4 avant in cui, in circa 40 secondi, lo speaker riesce a dire la parola “questo/a” ben quindici volte, alternata ai verbi VEDERE (3), PROVARE (4), SENTIRE (2)…uno spot tutto incentrato sul legame uomo-auto, con immagini estremamente somiglianti a scene di Iron Man (2008/2010), altra fantasia sull’uomo meccanicamente potenziato, in cui il mezzo meccanico è assistito da una visione aumentata della realtà come bersaglio o in questo caso meta.
La decadenza del capitalismo, che nella versione cinematografica del fumetto della Marvel presenta lo scienziato genio iperattivo che risolve sia i problemi energetici della sua nazione che l’imperialismo all’estero della stessa (recandosi direttamente sul posto con la sua corazza porta missili), passa quindi dal delirio hollywoodiano alla realtà del commercio di una semplice auto con le stesse visioni: lo schermo digitale attraverso il quale si vede la realtà esterna, il computer di bordo, il motore come razzo, la lucida corazza di difesa. Le parole sono ridotte al minimo e le ripetizioni ottengono un effetto credibile solo nei soggetti già abituati a recepire senza spirito critico le suggestioni di potere personale inviate da questo spot. Lo spot colleziona già alcune interessanti parodie, tra le quali quella spagnola mostra un fumoso nero gas di scarico alle parole “gli altri la vedranno così”. Che l’auto sia destinata a persone (maschi) che intendono segnalarsi come appartenenti a una classe sociale alta, dominatrice, è evidente ancora più che negli spot di auto dal prezzo simile (oltre 42mila euro) il cui messaggio è rivolto però più al divertimento e all’eleganza di una classe sociale che può permettersi il lusso (scene di vacanza o di uscite serali).  Da segnalare come la conferma che negli spot pubblicitari la ripetizione e l’assenza di parole sono sempre più la linea per il futuro, questo spot crudo e forse ingenuo che non infioretta il messaggio che vuole lanciare, solo poche parole d’ordine… . Come nella politica?

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: