rimarchevole…

un blog di provincia…

29 novembre: Joe Hill, vita e canzoni di un sindacalista rivoluzionario.

joe_hill
Fano, Centro Franco Salomone (Fano 2, Piazza Capuana 4), domenica 29 novembre, ore 17,30.

Approfondimento storico a cura di Roberto Bernardini,
voce cantante Tiziana Gasparini e alla chitarra il maestro Stefano Dionigi.

Cento anni fa, il 19 novembre del 1915 moriva Joe Hill.
Di origine svedese, emigrato negli Stati Uniti nel 1902, fu uno dei più noti aderenti all’ Industrial Workers of the World, universalmente nota ancora oggi come IWW.
Il percorso di vita di Joe Hill sta tutto dentro la cultura e l’impegno militante che fecero dell’IWW un’esperienza profondamente inserita nella tradizione radicale del paese e nella classe lavoratrice plasmatasi nel crogiuolo dell’immigrazione. Ma fu anche autore di una dozzina di canti sindacali e di lotta -ancora oggi intonati in tutto il mondo- ispirati dalle lotte a cui ebbe modo di partecipare in tutti gli Stati Uniti.
Nati in un’epoca di espansione capitalistica e di acuto scontro di classe nelle polverose città industriali in cui la sola mediazione di uno stato sociale era considerata un sogno per fannulloni, i Wobblies hanno sostenuto l’auto-organizzazione e l’azione diretta dei lavoratori contro lo sfruttamento del lavoro, per conquistarsi i mezzi per poter vivere dignitosamente.
Joe Hill e l’IWW hanno espresso forme di organizzazione e di lotta di cui oggi sentiamo la mancanza, un modello di resistenza che avebbe molto da proporre e da opporre ad una contemporaneità fatta di servizi all’industria e di lavoro esternalizzato.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: