rimarchevole…

un blog di provincia…

Filastrocca per l’EXPO’

miseria-620-default
Il primo maggio inizia l’Expo
non è la festa di chi lavorò
né una bella mondiale magnata
per varia gente tutt’ora affamata

Mentre se magna alle esposizioni
i fuggitivi stan sui barconi
l’Africa resta quel gran continente
che primo e secondo consistono in niente

Pensiamo allora: proviamo a bere
che è sempre utile a dimenticare
ma anche all’acqua un ricco signore
ha messo la diga ed un contatore

Ergo se all’Expo non hai i contanti
fai il lavapiatti… ma ce ne son tanti
e se non tieni in tasca un gettone
non fai merenda né colazione

Più che pagare per un finger food
sento il bisogno di Robin Hood
più che una visita ai Padiglioni
del “magna magna” vorrei far stronconi

Consigli, prediche , suggerimenti?
Studi scientifici sui mais transgenici
per la polenta al DDT?
Noti gastronomi per cibi perfetti
consigliano vasto l’uso d’ insetti

che sembran questa gran novità
quando tre mosche nella Nutella
già le ho mangiate dopo la guerra
e se non sbaglio nella pasta Barilla

Avevo già mangiato una mano
caduta giù per distrazione
portando via il grano australiano.

Andando lì a quei tavolini, la verità
tra Summit e Spuntini
chiara e croccante, fritta e a spiedini
è che magna solo chi c’ha i quattrini.

(dada knorr)

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 25, 2015 da in acidofile, diritti civili, la sindrome del suv con tag , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: