rimarchevole…

un blog di provincia…

Parco, Seri annuncia: verde per tutti.

verde
Anche quest’anno la Festa per il Parco si svolge il 2 giugno presso l’area verde a fianco dei vecchi hangar del Campo d’aviazione. Pieghevole2014
Quella che è stata una richiesta svicolata anche dalle giunte di sinistra che hanno governato per decenni la cittadina, e una sorta di sfida alla giunta Aguzzi, sfida che simboleggiava la sensibilità ecologica dei cittadini di fronte all’interesse meramente cementizio, quella che è stata una volontà di contrapposizione di sensibilità politiche, torna ora alla resa dei conti. Perché è indubbio che, anche durante il governo del centro-sinistra, quando oltretutto non esisteva il famigerato Patto di stabilità, Fano non è riuscita ad avere una viabilità pedonale e ciclistica credibile, né un investimento importante sulle aree verdi. Ora Seri promette una gestione congiunta Comune-cittadini, rubando a man bassa termini dal vocabolario della cittadinanza attiva e dalle esperienze dei comuni emiliani come fossero bibbia. In caso di recessione, i cittadini vengono chiamati a collaborare e lavorare per gestire le aree pubbliche. Un principio di sussidiarietà che non scalfisce però la tassazione sui cittadini stessi in nome di servizi non forniti. Insomma il principio è: potete collaborare ma non potete decidere in autonomia, perché il “bene comune” resta comunque sotto la tutela della classe politica municipale. Un sogno di attivismo e iperattivismo sociale che va verificato non solo guardando a quali saranno le scelte dei meccanismi di “condivisione” nei quartieri e in consiglio comunale, ma osservando con attenzione quali saranno le VERE scelte di politica economica di questa futura Giunta su PRG, sanità e Ospedale unico, gestione Aset, tassazione, affidamento degli incarichi di gestione. Dal programma di Seri, punti riguardanti le aree verdi, sottolineiamo gli agganci al regime di sussidiarietà controllata e alleghiamo il Regolamento bolognese Comune-di-Bologna_regolamento-amministrazione-condivisa:

1)   Azione: Creazione del Grande Parco con l’acquisizione dell’area Aeroporto.

2)   Azione: Riqualificazione dei tratti adiacenti al Fiume Metauro con creazione di un percorso ciclo pedonale naturistico (ove possibile) in collaborazione delle associazioni, Provincia.

3)   Azione: Creazione di orti per famiglie/single in terreni comunali.

4)   Azione: Mappatura e riqualificazione di giardini, parchi giochi, piazzette e aree verdi   in generale, per fare in modo che tutti i cittadini – di ogni fascia d’età – possano beneficiare di questi spazi pubbliciprevedendo anche attività finanziate e sponsorizzate da aziende sensibili alla responsabilità sociale d’impresa del territorio, cooperative sociali, società civile, volontariato. Insieme all’attività di riqualificazione saranno previste iniziative di animazione di parchi, giardini e strutture sportive restituite a alla creatività e al gioco di bambini, famiglie e anziani.

La cura e la manutenzione di questi luoghi sarà affidata congiuntamente sia ai cittadini che ai servizi di manutenzione comunale, in un percorso condiviso di gestione dei beni comuni; è prevista la creazione di un documento di cogestione dei beni comuni, secondo quanto già fatto in città come Bologna e Reggio Emilia (Vedi il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, città di Bologna, 2014).

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: