rimarchevole…

un blog di provincia…

Fano: sbuccia uovo sodo e vi trova santino elettorale.

sodo
Fano, candidati pronti a tutto pur di accaparrarsi le simpatie e quindi il voto di casalinghe e pensionati. Una signora di 57 anni, nel preparare una insalata di riso, trova nell’uovo appena sbucciato la pubblicità elettorale di un candidato, tale Mirco Carloni, in lizza per il posto di sindaco che, come si sa, è solo uno e dura di più del catrame usato per riempire le pozze  delle strade comunali.
Ho chiesto a mio marito dove cappero li aveva comprati e mi ha risposto che una contadina con uno strano foulard azzurro li regalava in corso Matteotti”, rivela la signora contrariata.
Ma nella ridente cittadina di mare pare che questo candidato non sia l’unico a usare nuovi stratagemmi nella comunicazione politica:
presso il locale supermarket Coop pare che alcune scatole di assorbenti igienici scontati al 25% contengano una cotonata lettera del candidato Psi rivolta alle giovani donne intitolata  “non usare più Aguzzi”.
La città di Fano, un tempo appartenente allo Stato Pontificio, ha anche un candidato sindaco osservante e praticante, non per niente di nome Del Vecchio: e pare che l’aspirante primo cittadino abbia offerto alle chiese del luogo un set di 50 cuscinetti per inginocchiatoio con imbottitura, recanti ognuno la piccola immagine elettorale e il motto “prega per noi”.
Nel frattempo gli affari cittadini vanno avanti: ri-eletto per il 300esimo anno il Faraone che reggerà i cordoni della borsa, pardon, banca di città, si fanno avanti i candidati trombati ma al lavoro per conquistarsi comunque la fiducia del pubblico votante con l’offerta di prestigiosi festival culturali preconfezionati. Il sindaco in carica, intanto, sventa rischiando il linciaggio dei sui alleati più khomeinisti il tranello delle nozze olandesi, con un abile escamotage di routine (in olandese “voorspelbare truc”).
Mentre terminano i bric à brac e i rush finali a forza di telefonate anonime, raccomandazioni, palloncini, bicicli e bandierine, ogni candidato pensa giorno e notte l’incubo dell’elezione: “che c. di soldi uso per governare?”. Si sa quindi già chi governerà.

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il maggio 22, 2014 da in acidofile, elezioni amministrative 2014 fano.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: