rimarchevole…

un blog di provincia…

Carloni spiazza tutti e passa al PD.

carloni_selfie

Un nuovo look, nuova voglia di fare perché sennò, dice “diventiamo troppo di destra”, nuove idee per la città. E il passaggio del candidato sindaco più ingombrante di Fano al partito che tutti sapevano sarebbe stato in ogni caso favorito dalla sua entrata in scena.
“Se Renzi fa i patti con Berlusconi, proprio mentre Forza Italia è in crollo, un motivo c’è”, dichiara l’uomo politico. Così Carloni ha scelto di precorrere i tempi e affiancare addirittura Seri nella corsa alla poltrona di primo cittadino. “Sarà un confronto leale basato sulle idee più  inprovvisate per riqualificare Sassonia”, dichiara. Lui, infatti, propone di cercare fondi europei per fare di Sassonia una nuova passeggiata con centro sportivo, Seri ha già invece le piantine di pino marittimo pronte per piantumare le scogliere e creare un nuovo Parco.
Altre idee per la città? Turismo a 360 gradi, dalla Peppa al Pesce azzurro… e poi festival dell’antichità in tutte le salse, in primis per la Fano romana.
Pd e Forza Italia uniti per la prima volta in questo laboratorio del Partito Unico che sono le Marche. Del resto, ha aggiunto Carloni “come posso sperare di beccare qualche fondo regionale se non sto dalla parte di Spacca?”.
Su programmi politici per le cose più serie, come la sanità, sull’ospedale unico Fano-Pesaro stesso congiungimento di propositi dei due candidati: “L’Ospedale unico si deve fare ma non si deve fare”, dichiarano.
I cittadini traquillizzati ora attendono le nuove idee sulla partecipazione digitale al governo della città, Carloni è già più sveglio anche a scattare le Instagram, Seri sta facendo un corso della Provincia per usare il tablet.

(Nb: l’immagine è tratta dalla galleria di selfie di Mirco Carloni, visibile assieme a scatti di stinchi di maiale e paesaggi sulla sua pagina ufficiale).

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 16, 2014 da in acidofile, elezioni 2014 satira con tag , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: