rimarchevole…

un blog di provincia…

Neofascismo locale: …che panorami!

nazi_fano_1
Sarà capitato anche a voi di notare, in queste settimane, nuovi fenomeni di ribollimento nero in città. Le varie scritte nere  su via Metauro e via F.lli Zuccari, con tanto di svastiche, il volantinaggio di tre ragazzini di Lotta studentesca all’istituto Apolloni, fatto per cercare di cavalcare il malcontento per le condizioni della scuola (con tanto di intervista apposita concessa da FanoTv, gurada un po’…), i vari adesivi di Forza Nuova e LS attaccati su bacheche e portoni dei “nemici” tanto per imbrattare, il sit-in-flop al Foro Boario per lamentare inesistenti disagi causati dai quattro ragazzi di colore che fanno i parcheggiatori abusivi… chiudendo con quello con tanto di torce stile “Vampir” per ricordare i due neofascisti greci uccisi in un regolamento di conti. Che allegria!
Come se non ci bastasse, per deprimerci, vedere le facce di Spacca al Tg3 e di Letta al Tg1.
Se a questo uniamo i tentativi simili di fare da mosca cocchiera dei rappresentanti della destra meno poppante, come quello dei Fratelli d’Italia a Pesaro di cavalcare il processo a Varani alla prima udienza il 9 dicembre quando poi il sit-in femminista è stato fatto grazie alla resistenza al gelo delle donne dell’Udi (come in precedenza) e i pezzi grossi della destra annunciati invece dai “Fratelli” non si sono presentati… si vede che le telecamere (o telecamerate) erano troppo poche. E non stupisce che il comunicato di critica  di Femminismi a queste manovre “cocchiere”  il Resto del Carlino l’abbia ben censurato, ripetendo invece per l’ennesima volta e pari pari il comunicato stampa dei “Fratelli”. Il RdC sa bene come destreggiarsi tra i poteri e ignorare chi non gli porta sponsor.
… insomma, non sono solo i capetti forconiani a lanciarsi in una galoppata da pifferai magici ma si nota una gran fermento nella destra estrema che pare volere volere volere… ma cosa? Sembra vogliano visibilità, cerchino i riflettori, e che ROSICHINO grandemente che altre attività ed idee abbiano più spazio di loro. Dobbiamo preoccuparci? A me preoccupa più che una massa di persone vada ad ascoltare l’ex collaboratore di Report, Barnard, che ci spiega che l’Italia è ricca …di moneta, soprattutto se se la stampa da sola.  E che nessuno faccia caso più di tanto al fatto che i “Forconi” dichiarano sul loro sito di bramare un governo “transitorio” (seh) retto dalle Forze dell’Ordine. Certo questo voler guadagnare “terreno”, cercarsi dei temi “propri” e volerli monopolizzare, è pensiero tipico maschile-patriarcale: è “fare territorio” con tematiche vecchie come il cucco e rancore, odio, cruccio, lidivume. 
Su questo devono riflettere anche amici e compagni di sinistra che troppo spesso vogliono fare muro contro questi personaggi usando le stesse tecniche (scritte tipo marchi territoriali, bandiere, slogan, simbologie simili).
Visti i panorami, io preferirei seppellirli di idee nuove, energia e risate, chissà se si può… .

Federica Tedeschi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 17, 2013 da in la sindrome del suv, marche antifascismo con tag , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: