rimarchevole…

un blog di provincia…

Fuorisalone news

messaggero

Venerdì 6 settembre, organizzato da Alternativa Libertaria/FdCA, Femminismi e Biblioteca Travaglini, si è aperto il Fuorisalone Libertario, presso la Rocca Malatestiana di Fano.
Revocati sole 24 ore prima dalla amministrazione comunale gli spazi interni alla Rocca, per pretestuose irregolarità burocratiche, il Fuorisalone libertario ha tenuto la sua prima iniziativa nei giardini antistanti il maniero malatestiano.
Pur dovendo rinunciare alla esposizione delle mostre e degli allestimenti già predisposti all’interno della Rocca, la preannunciata presentazione del libro “Un’eretica del nostro tempo” dedicato a Joyce Lussu si è svolta alla presenza di una quarantina di persone di tutte le età, esponenti dell’associazionismo di base locale, del movimento anarchico regionale, del sindacalismo di base.
Lia Didero di Alternativa Libertaria/FdCA ha introdotto la serata ricostruendo gli spiacevoli eventi che hanno portato alla revoca degli spazi della Rocca.
Walter Siri  e Donato Romito, negli anni ’90 incaricati di presentare le conferenze dei Meeting Anticlericali che si svolgevano a Fano, hanno ricordato la figura di Joyce Lussu e quella esperienza di festa fanese e nazionale, così peculiare per partecipazione popolare, pluralista e libertaria.
Orlando Micucci delle edizioni Gwynplaine ha spiegato le ragioni editoriali, politiche e culturali, che hanno condotto alla pubblicazione delle conferenze tenute dalla Lussu a Fano nel corso dei Meeting Anticlericali, dal 1991 al 1995.
L’intervento di Francesca Palazzi Arduini per Femminismi ha rimarcato come l’atto di revoca da parte dell’amministrazione dimostri la straordinaria attualità della rivendicazione del libero pensiero e della battaglia anticlericale.
Federico Sora della Biblioteca Travaglini, che ha curato -grazie all’opera dello storico Luigi Balsamini- la trascrizione delle conferenze della Lussu per la realizzazione del libro,  ha raccontato un episodio analogo risalente al 1906 in cui l’amministrazione comunale fanese cercò di negare la concessione del teatro cittadino al gruppo anarchico locale per una conferenza.
Infine Monia Andreani di Alternativa Libertaria ha letto una bozza di comunicato di protesta sottoscritto dalle associazioni presenti che verrà inviato ai media, come primo atto di una campagna di rimostranze verso gli abusi commessi dalla amministrazione comunale fanese.
Il Fuorisalone libertario prosegue il 7 settembre, con l’iniziativa “Tutta mia la città, spazi sociali ed urbani in tempi di crisi” con il Collettivo Babel di Roma, che si terrà presso Casa Archilei sempre a Fano a partire dalle 18.30.
Ultimo appuntamento per domenica 8 settembre presso l’Infoshop alle ore 18.30, presentazione del fumetto “Suore Ninja: il Vaticano in salsa manga”.
Alternativa Libertaria/FdCA di Fano-Pesaro

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: