rimarchevole…

un blog di provincia…

Pesaro: Forza Nuova… non si trova

Sabato 15 ore 15.30, Piazzale Lazzarini, Pesaro, manifestazione Antifascista indetta dalle realtà antirazziste e antifasciste del territorio contro l’iniziativa di Forza Nuova che si terrà a poche centinaia di metri, … anche se sembra che la Questura abbia già presentato a FN l’indisponibilità del percorso per problemi di ordine pubblico, gli organizzatori del corteo in nero rilanciano dichiarando su Facebook che faranno lo stesso il corteo, contro il parere della Questura, anche se ciò è poco credibile.
Questo è il secondo tentativo recente di atterrare a Pesaro della formazione politica che già in passato è stata accusata di tentata ricostituzione del partito fascista, e che spesso riceve gli “onori” delle cronache per atti di teppismo e violenza razzista, nonché omicidi, compiuti da persone che si dichiarano sue simpatizzanti, salvo poi ovviamente essere smentite dai “vertici” dell’organizzazione. Già il 25 aprile era stato concesso a FN il suolo pubblico per un gazebo in centro, e contrariamente a quanto fatto in altre città, i militanti dell’organizzazione avevano evitato di esporre materiale contro la resistenza e la festa della liberazione, sentendosi gli occhi addosso.
Ora ci riprovano con Pesaro, cercando di ricostruire una presenza che per fortuna, visto il livello culturale degli studenti e la vivacità politica del territorio pesarese, non riescono ad assemblare. Ma l’aggirarsi di personaggi con simpatie fasciste e naziste anche tra i giovani c’è, lo dimostrano le aggressioni subite in questi anni sia da persone qualunque che da ragazzi vicini al Centro sociale Oltrefrontiera e ai centri di aggregazione giovanili.
Dunque  la presenza di FN nelle città fungerebbe da collante per quei tanti personaggi che vedono la politica come una palestra di odio (razziale, sociale, culturale)?
Il manifesto della iniziativa, decisa a livello nazionale, merita una nota che può darci risposte:
accanto alla lista delle città “da conquistare”, troneggia la statua di un giovane fornito di spada, e paludato da uno straccetto di lenzuolo, molto classico nella postura è decisamente accigliato, in alto la frase “L’italia nel caos”, una affermazione da bar delle più popolari, in basso, proprio a celare il pisello marmoreo, la frase “Forza Nuova al potere”, che, a parte la funzione di coprire gli attributi, non si capisce bene se richiami alla voglia di golpe o alla richiesta perentoria di essere votati. Colpisce l’assenza di empatia tipica della destra al governo, che invece, tra dichiarazioni piangenti di Fornero, sermoni di Monti ed espressioni facciali del Berlusca, cerca di imitare le emozioni popolari per cavalcarle… loro no, loro vogliono comandare e basta. Non ci riescono a interpretare la parte, preferirebbero fare forse gli stuntman. Nel panorama italiano la somiglianza mandibolare ed emotiva di Berlusconi a Mussolini, o la stessa vena umorale e casciarona verace della erede stessa del Benito nazionale, ruba a FN lo scettro e gli lascia da maneggiare solo il gladio e il fumogeno.
Personaggi emotivamente inespressivi, incapaci di uscire di casa se non in forma di statua, vedono nelle formazioni giovanili a loro vicine il tentativo di suscitare sentimenti di qualche genere ma il risultato è sempre una corrente fredda e piena solo di caratteri cubitali. La gente invece, alle comunicazioni anti-patiche in stile marmoreo-littorio, preferisce Striscia la notizia.
“Viva il baccalà abbasso lo sushi”, uno slogan che non riesce a fare proseliti…
Tutto sta a vedere se sia opportuno rallegrarsi se sabato 15 le Forze dell’Ordine impedissero veramente a FN di sfilare per motivi di ordine pubblico, verso il presidio antifascista. Ricordiamo infatti che proprio i motivi di ordine pubblico furono invocati nel ventennio per chiudere le camere del lavoro, e  che tutt’ora sono i movimenti popolari e di sinistra che subiscono cariche e divieti, a volte anche arresti preventivi per motivazioni che si richiamano alla tutela dell’ordine pubblico.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 13, 2012 da in marche antifascismo con tag .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: