rimarchevole…

un blog di provincia…

SPAZI sociali a Fano: vogliamo entrarci tutti!


31 organizzazioni firmatarie
:
A.Ge. Associazione Genitori Fano , Alternativa libertaria, ANPI Fano, Arcigay Agorà, Archivio-Biblioteca Enrico Travaglini, Comitato Ass. Argonauta, Ass. La stella cometa, Campagna Palestina solidarietà, Circolo S. Allende, Comitato Acqua Bene comune Fano, Circolo Polverari, Circolo XXV aprile, Circolo Culturale Napoleone Papini, Carignano Terme nostre, Coordinamento La Salute ci riguarda, Donne in Nero, Femminismi, ForBici, Forum del Paesaggio PU, Gruppo Cohousing, Ass. Il Gabbiano, La Lupus in Fabula, Liberamente di Montemaggiore, Movimento Agende Rosse, Movimento Radicalsocialista, Per fortuna c’è la luna, Rimarchevole blog (con il sostegno di Bene Comune, Fano a 5 stelle, IDV Fano e La Fano dei Quartieri ),

hanno sottoscritto il testo redatto dalla Rete per gli spazi della Cittadinanza Attiva nata spontaneamente per la richiesta formale di spazi per le attività culturali, di partecipazione e di cittadinanza attiva;  la nota è stata consegnata al Comune di Fano sabato 28 luglio. Ma la raccolta di adesioni ed ilconfronto continuano.

Trentuno  organizzazioni che chiedono ufficialmente agli amministratori comunali competenti di censire ed elencare pubblicamente tutti gli spazi disponibili per dibattiti, conferenze o altre attività di comunicazione e incontro a fini culturali, politici, ricreativi, sociali pubblicicompresi il Bastione Sangallo e la Rocca Malatestiana –  e di concordare con tutte le realtà presenti sul territorio che necessitano di tali spazi nuove modalità di gestione basate sulla massima trasparenza degli atti, su calendari pubblici e tariffe accessibili.

 Come è noto a riaprire il dibattito cittadino sulla necessità di regolamentare la concessione di spazi per la cittadinanza attiva sono state le modalità con cui è stato concesso l’utilizzo della Rocca Comunale ad una associazione di giovani fanesi creando di fatto un centro di aggregazione senza bando di concorso – e  la successiva approvazione da parte del Consiglio Comunale del Regolamento per l’utilizzazione e la concessione di beni immobili disponibili di proprietà comunale.

 Proprio una proposta di modifica del Regolamento per l’utilizzazione e la concessione di beni immobili disponibili di proprietà comunale sarà il prossimo obiettivodella nuova Rete per gli spazi della Cittadinanza Attiva  che ne mette in discussione in particolare l’art. 6 sui criteri per la formazione delle graduatorie.

 Secondo la Rete le norme appena approvate non promuoverebbero l’alternarsi di varie Associazioni perché non solo attribuiscono maggior punteggio ad attività già realizzate con l’Amministrazione comunale e ad Associazioni che abbiano già goduto di una precedente gestione dell’immobile con contratto di comodato, ma in caso di parità di punteggio attribuiscono titolo di preferenza all’Associazione che ha già gestito l’immobile con contratto di comodato. Inoltre i criteri  danno troppa rilevanza al numero degli associati rispetto per esempio all’anno di costituzione del gruppo o alle l’attività svolte in precedenza, e favoriscono le attività di organizzazioni sostenute da eventuali mozioni del Consiglio comunale legando in questo modo le scelte culturali ai gusti della maggioranza consiliare.

 Leggi il richiesta spazi sottoscritta.

Per aderire all’iniziativa:  commenta questo post o l’ evento su  FB http://www.facebook.com/#!/events/253214418121679/ 

oppure rivolgiti al 329/3981650.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il luglio 31, 2012 da in politica locale con tag .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: