rimarchevole…

un blog di provincia…

Lo sguardo gaio. Visioni dell’altra maschilità.


Lo sguardo gaio. Visioni dell’altra maschilità, mini-collettiva a cura di Gilberto Grilli,
in collaborazione con Francesca Palazzi Arduini e Giorgio Caselli.
Presso Infoshop, Fano, via G. Da Serravalle 16.
Da domenica 3 giugno a sabato 9 giugno, ore 17-21.30.

sponsor Arcigay Agorà, www.arcigayagora.it

 Eventi: domenica 3 giugno e venerdì 8 giugno, alle ore 18 – Lettura poetica “Estro-verse. Poesia lesbica da Saffo a Wittig”.

Lo sguardo gaio. Visioni dell’altra maschilità”, è una collettiva d’arte figurativa che apre interrogativi sui cambiamenti nella rappresentazione della maschilità dal Novecento ad oggi. Un evento organizzato in occasione del Gay Pride 2012, che si svolgerà quest’anno il 9 giugno a Bologna, un’ occasione per ricordare a tutti e a tutte quanto ancora in Italia manchino leggi fondamentale in difesa dei diritti civili delle persone Lgbt.
Gli artisti uomini hanno rappresentato tanto, tutto di se stessi nel lungo percorso della storia dell’arte … ma spesso non si ricorda che questo sguardo maschile sull’uomo non è solo eterosessuale, ma anche gay.
Così, se la ricerca sulla maschilità, la fascinazione per essa, la curiosità, sono propri di un artista al di là del proprio orientamento sessuale, è in questo tipo di sguardo, lo “sguardo gaio”, che si possono scorgere con sorpresa lati inediti: si scoprono lati della maschilità invisibili ad altri occhi.
Tra i tanti artisti proposti (e una artista, Laura Bianchi), è facile riconoscere negli schizzi di operai al lavoro di un Pietro Annigoni gestualità maschili che ora potremmo scorgere solo in un rapper, viaggiare poi verso i nudi immanenti di Gilberto Grilli o gli schizzi visionari di Alberto Lanteri, coi suoi colori pop e i vestimenti del maschio quasi metafisici che trasmettono amore e sensualità.

In apertura della mostra all’Infoshop, domenica 3 giugno, verrà offerto un viaggio letterario singolare, per legare questa esperienza anche ad una presenza femminile vivace e ricca di contenuti: una lettura poetica da Saffo a Monique Wittig, che richiamerà con semplicità i reading letterari per sola voce di cui tanto, in quest’epoca di artifici e decadenza culturale, di slegatura tanto frequente tra arte e impegno civile, abbiamo bisogno.

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il maggio 22, 2012 da in iniziative infoshop fano, marche gay e lesbiche con tag , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: