rimarchevole…

un blog di provincia…

Urbino: chi bussa alla mia porta?


Rispetto all’articolo de Il Resto del Carlino sulle “città sicure” e l’operazione notturna a Urbino pubblichiamo il comunicato stampa di alcune associazioni attive nel dialogo interculturale:

In un periodo di crisi come questo, in cui tutti i settori pubblici, compreso le forze dell’ordine, subiscono i tagli e lamentano scarse risorse, ci sembra che il bilancio della operazione condotta ad Urbino2 sia  perlomeno scarsa. Un’operazione descritta dagli articoli dei giornali più come un’operazione di guerra in piena regola che come un normale controllo. Se è vero che lo scarso bottino potrebbe sembrare utile  a tranquillizzare l’opinione pubblica italiana  di sicuro l’irruzione in piena notte in centinaia di case, la criminalizzazione di una intera comunità non va certo in questa direzione. Tra le centinaia di persone controllate due sono  state trovate senza permesso, e non è stato riscontrato alcun reato: questo conferma che gli abitanti di Urbin 2  soggiornano a pieno titolo in Italia, lavorano e pagano le tasse, (anche se magari l’affitto sono costretti a pagarlo in nero) e, per quanto di serie B, sono comunque cittadini di questo paese e come tali vanno trattati. Come associazioni che si occupano di immigrazione e di tutela dei diritti, come società civile, come uomini e donne di questo pianeta ci chiediamo quanto questa operazione favorisca l’integrazione e la pacifica coesistenza sul nostro territorio, quanto ci aiuti, tutti, a vivere meglio. E se non ci siano modi migliori di spendere i nostri soldi.

Primi firmatari: Nuovo Mondo, Nuovi Orizzonti, Alternativa Libertaria.

per adesioni  nuovomondo(at)gmail.com

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 13, 2011 da in diritti civili con tag , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: