rimarchevole…

un blog di provincia…

Felicità: anche a Fano un omaggio al Festival


Ci chiedevamo: quale sarà il ruolo della cittadina del pesce azzurro nel megagalattico festival “della felicità” di Matteo Ricci?
La risposta è stata data dalle prime indiscrezioni che circolano in rete sulla statua, il “sardone”, posta di fronte all’ingresso del rinnovato ristorante della cooperativa Il pesce azzurro, noto in tutt’Italia per il suo menù popolare  a base di pesce azzurro dell’adriatico (finché c’è?).
Il ristorante, colpito da un incendio doloso pare provocato da rivalità costiere, è stato ora ristrutturato a tempo record con approvazione di un progetto variante rispetto a quello originale, e che lo ha ridotto a un enorme scatolone a due piani in grado di allinearsi con la new economy marinesca : quella dello Yacht Festival. Da alcune indiscrezioni anzi sembra che proprio un grande yacht dismesso, destinato al Muammar ma poi abbandonato in cantiere, che sono derivate le nuove stanze.
Cos’ la cultura “popolare” del pranzo semplice e a buon prezzo si adegua al mercato e alle grandiosità del presente.
Per la felicità del festival, pare che siano giunti dalla Provincia gli stanziamenti per la statua “in memoriam” del pesce azzurro che ricordrà a tutti coloro che varcano l’ingresso che “quello che si mangia”, come è scritto nell’introduzione al festival, è parte essenziale del nostro benessere.
E che con un euro in più a pasto abbiamo finanziato un edificio colossale, fulcro di un mcrosistema economico, là dove pensavamo esistesse solo la cucina semplice e popolare, senza manager, di una Fano che non c’è più, mentre ora c’è la “filiera”, la “economia di scala”… che insegna che si lucra di più a concentrare i clienti.
Le cooperative sono diventate aziende con un BEL distinguo in dollaroni tra chi dirige e chi fa manovalanza, i cui compensi spesos non sfiorano i 6 euro all’ora.
Il festival della felicità, del quale scriveremo ben presto per fare un bilancio del programma svolto, pubblicizza intanto nel suo depliant gli albergi a 4 stelle del pesarese…  . Una felicità per pochi, come già si era detto. Uno spettacolo, quello di Benigni, con biglietti che vengono già rivenduti a oltre 60 euro.
Una tantum, un plauso alla Lista a 5 stelle, l’unica che ha avuto il coraggio di dire la sua sull’edificio.

Un commento su “Felicità: anche a Fano un omaggio al Festival

  1. centrodonnaurbino
    maggio 27, 2011

    si potrebbe aggiungere al menù del pesce azzurro (in onore della lista 5 stelle) spiedino di grillino……

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il maggio 27, 2011 da in acidofile, ambaradan o sarabanda?, politica locale con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: