rimarchevole…

un blog di provincia…

Berlusque, lo spettacolo


Allora, un nuovo spettacolo per tutti: il Berlusque. Travestimenti, moratorie, baciamano, frequenti sguardi allo specchio, film, documentari, canzoni, battute, indignazioni, sketch sul cavaliere e i suoi cavilli OVUNQUE, sino all’asfissia.
Sappiamo tutto della sua prostata, della sua mascella, delle modalità delle prestazioni sessuali, dei suoi rapporti con certe cosche, dei suoi figli, della sua villa al mare, di sua mamma, di come canta e balla… il corpo mediatico del leader secondo Federico Boni è tale da essere uno, nessuno, centomila… la sua forza sta nel saper modulare minacce a bassa voce, promesse con voce flautata, sorrisi smaglianti. 
E soprattutto nel farsi materia per tutti, anche per chi li detesta e/o ne è schiacciato ma non può liberarsi dalla morsa dei mass media.
I recenti appelli di Berlusconi, caduto in disgrazia (per Fini, Gheddafi, i processetti) alla formazione di destra Rivolta Ideale ci rivelano ciò che sapevamo fin dall’inizio, fin da quando il promotore dei comitati “Distruggi il Biscione” (ora leader -autoproclamato ?- del Popolo viola, Gianfranco Mascia) venne aggredito e seviziato da un gruppo di persone in stile squadraccia fascista; il leader sa anche chiedere, lo ha fatto qualche settimana fa, facendo leggere il criptico comunicato di compiacimento per Rivolta Idelae a tutti i Tg nazionali, e pensa che in caso di fuga di consensi al centro può trovarne lì. Chissà…

Dada Knorr

(immagine da Cantiere Logo Urbino)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: