rimarchevole…

un blog di provincia…

Buone notizie…e primavere elettorali


E’ ufficiale: il Governatore più scivoloso che c’è, Gian Mario Spacca, ha accettato la proposta lanciata di recente da un cittadino marchigiano di fare una richiesta ufficiale al Governo perché le date del referendum per l’acqua pubblica e quelle delle elezioni amministrative vengano fatte coincidere. Questo in modo da “risparmiare” i soldi necessari a coprire le pesanti emergenze ambientali dovute al maltempo.
E se il Governo gli spedisce un biglietto della Lotteria Italia, che farà la cicala Spacca che non ha i soldi per il maltempo? Staremo a vedere…
In compenso, dopo aver sparato impietosamente critiche sul Carnevale di Fano per aver scelto di nuovo Nestlè come sponsor, dobbiamo fare una confessione: la sfilata di CICALE e FORMICHE ci è proprio piaciuta, con tutti quegli animaloni di gommapiuma sorretti a fatica da tante personcine ingabbiate con scritto sopra “precario”, “cassintegrato” ecc. … che facciamo, ci pigliamo per il culo da soli? …comunque era carina.

Intanto è finito l’otto marzo in provincia, tra conferenze sulla violenza, mostre sulla violenza, dichiarazioni dei politici sulla violenza, conferenze su donne e lavoro, mostre su donne e lavoro, dichiarazioni dei politici su donne e lavoro… che palle! Per fortuna che le femministe doc si sono date da fare a rallegrarci un po’: a Urbino ad esempio il Centro donna, con la presenza anche delle donne dell’università e del territorio (tra le quali Femminismi), ci hanno offerto una giornata di piazza e visibilità, di festa e libertà, con letture, monologhi, musica e buffet. Contiamo di continuare così.
E risparmiamoci i commenti sulla “Festa della donna e della famiglia” al Pala Arka di Fano… che questi se non tengono le donne davanti al focolare non si sentono abbastanza democristiani.

Nel frattempo in odor di primavera fioriscono o, volendo, spuntano come funghi dal terreno i prossimi impegnati a farsi eleggere, con tanto bisogno di muoversi, aggregare, farsi conoscere, darsi una credibilità:
ovunque conferenze, filmati, incontri d’ogni tipo organizzato da persone che si svegliano sempre di più quando nell’aria c’è l’inconfondibile odore dei seggi elettorali. Gente che non vedrai mai fare politica per sé e per gli altri se non per promuoversi, che non alcuna competenza o peggio, che ha fatto sempre politica in chat o davanti ai video di Travaglio, adesso è pronta a rispolverare giacche, cineprese, cultura e indignazione: avanti! alle urne!

A proposito, invece, di chi lavora sul serio, da intendersi tutti quelli che hanno sgobbato per raccogliere il milione e mezzo di firme per il referensum sull’acqua pubblica… ringraziamo al solito l’onorevole Di Pietro, che domenica scorsa da Fazio a “Che tempo che fa”, ha colto l’occasione per parlare dei “suoi” referendum senza citare ovviamente il Forum nazionale… grazie, onorevole, lei è così corretto!

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 8, 2011 da in acidofile, carnevale di fano 2010 2011, elezioni marche 2011 con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: