rimarchevole…

un blog di provincia…

Conferenza famiglia: decisione shock!

Ci giunge in tempo reale un dispaccio Ansia del quale non possiamo garantire la veridicità, si tratta di una grande notizia.

illustrazione a cura di Facebook...

Conferenza sulla famiglia, il sottosegretario e il ministro sono d’accordo: sì al matrimonio per le coppie gay e lesbiche, sì all’adozione.
Milano, 11 novembre 2010, a conclusione della conferenza gli ideologi della “macchina famiglia” (la macchina l’abbiamo costruita, ora ci serve la benzina, ha dichiarato Giovanardi) hanno presentato questi punti da aggiungere al Piano nazionale per la famiglia:

  1. sì al matrimonio tra coppie dello stesso sesso, a condizione che esso venga anche celebrato in Chiesa, tramite convenzione con il Vaticano e pagamento del Tour operator ciellino che curerà l’arrivo delle coppie a Roma, la celebrazione (don Georg Gaenswein), il lancio dei bouquet (rosa bavarese), il pranzo presso la mensa sociale delle Suore della santissima Misericordia.
  2. un’altra condizione per il riconoscimento del legame sarà che le coppie accettino il pagamento della Tassa sulla Famiglia Innaturale, che decurterà dall’ammontare del reddito dei/delle coniugi il 10 per cento a favore delle famiglie eterosessuali più numerose
  3. altra condizione sarà l’adozione da parte delle coppie di bambini e adolescenti problematici, a tempo pieno e con stanzetta decorata da calcomanie di Beagles curate dalla signora Brambilla. Coppie problematiche per bambini problematici: in questo modo si solleverà lo Stato e si alleggeriranno i Servizi sociali cittadini dell’onere della cura di ragazzi che tanto, ha dichiarato il ministro, meglio di così non finiscono. Ammesse anche le adozioni da parte di omo-single “vip” del mondo della politica, della cultura, dello spettacolo, per i quali vi sia garanzia scritta da parte del ministero
  4. non saranno ammessi riti di nozze tra persone che non siano geneticamente italiane dal 1700.

 Al termine della presentazione di questi innovativi punti il sottosegretario ha dichiarato che “gli aborti in Italia stanno diminuendo” ma nessuno ha capito cosa c’entrasse. L’onorevole Fini si è dichiarato da sempre a favore di questi decisivi passi avanti.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: