rimarchevole…

un blog di provincia…

Scrivi qualcosa a Berlusconi…

alcune frasi dello slide show "meglio gay che..."

Affollato sit-in di Arcigay Agorà “Meglio gay che Berlusconi” a Pesaro Sabato 6 novembre, sia al mattino che durante il pomeriggio in via Branca, come in tante altre città l’associazione è scesa in campo assieme ad Agedo per sensibilizzare i passanti sul tema dei diritti civili Lgbt e per protestare contro le battute omofobe del Presidente del consiglio. A questo proposito, dobbiamo rilevare un intenso uso da parte dei passanti del quadernetto “Scrivi qualcosa a Berlusconi” che è stato lasciato a disposizione di chiunque volesse comunicare agli altri la sua opinione sulle recenti battute del “Cavaliere”. Riportiamo qui di seguito la trascrizione INTEGRALE di alcune pagine. Avvisiamo quindi coloro che potessere ritenere offensive alcune affermazioni (quasi tutte peraltro firmate!) di non continuare nella lettura.
Presenti al banchetto persone del mondo politico e dell’associazionismo pesarese e fanese, oltre che vario materiale Cgil con la comunicazione della prossima manifestazione del 27 novembre, e dello spettacolo fanese di Vladimir Luxuria.


–   Berlusconi an sara fnocch pro l’è stuppid un gran bel po’. L’animo di Pasqualon. (firma)

–   Più bello che intelligente! (nome e cognome)

–   Non sono gay e non sono Berlusconi… cosa devo fare per conformarmi? Chiamare una escort! (nome)

–   Vai a casa!

–   Pensasse più al problemi del italia che a discriminare o offende noi gay

–   Che Dio ti perdoni tutto il male che fai…

–   Non credo che vai con quella lì. …se ci vai rimani nella botta. T’el dig me!!!

–   L’impacco di pelliccia di diciottenne ormai… non fai più. Giusto intorno al cappotto…

–   Lei, signor Berlusconi, dovrebbe darsi una regolata!

–   Ormai è tutto così fuori di testa che ogni commento è come mettersi sullo stesso piano di Berlusconi. Vergogna!

–   Essere pedofili è un crimine, una barbaria, l’essere omosessuali è una virtù. Vergogna!

–   Va a casa.

–   Meglio gay che Berlusconi!

–   Prego per te… ne hai bisogno!

–   Va beh…

–   Roba da matti.

–   Pesaro 06 novembre 2010, a Berlusconi: hai fatto soldi RUBANDO (seguono 3 firme, Novilara)

 –   -Novilara ladrona, Ancona non perdona (un anonimo)

–   -Sei un farabutto! (nome cognome, Fano)

–   -…stupid

–   -Non ho la forza di scrivere niente, perché non c’è speranza di miglioramento (nome)

–   -sei un pezzo di merda (nome)

–   -Caro silvio mi fai schifo (nome)

–   -Ma nessuna dice di aver fatto sesso con te. Che ti piaccia guardare? (nome)

–   -sei ridicolo, vattene! (nome)

–         -Essere gay è da persona intelligente e Berlusconi essendo solo furbo non può permetterselo (firma)

–         -Caro Silvio che tristezza invecchiare così come fai tu (nome)

–         -Più gay, meno preti, e meno bonghi bonghi! Silvio torna a casa! (nome e cognome)

–         -L’osteria le starebbe più “a pennello” (nome, cognome, Pesaro)

–         -Silvio ti voglio bene!

–         -se lei può permettersi di parlare come vuole “mi consenta” lo facico anche io: sei spregevole. Con un minimo di buon senso anche lei può arrivare a capire che deve fuggire dalla nostra italia e lasciarci a ricostruire le macerie che ha “costruito”. Grazie.

–         -sig. Berlusconi, smetta di fare il ragazzo e se ne vada in pensione!

–         -Caro Silvietto
io non capisco perché in questo Paese esistano due pesi e due misure… ci sono persone che si amano, nonostante le difficoltà, e vorrebbero vivere il loro amore alla luce del sole e solo perché gay, devono stare attenti, si devono vergognare, è meglio quasi che si nascondano.
 E poi ci sono altri, magari potenti e con i soldi che oltre a portare avanti uno stile di vita dissoluto, squallido e di mercificazione, lo possono ostentare e se ne sentono orgogliosi.
 Baciare un uomo in strada è un problema ma andare con una minorenne ad Arcore è legittimo. Un giorno sarà diverso ci voglio credere. (nome)

–         -Sr. Presidente, e hora que voce vai para casa para fazer o PAI e o AVO’. A Italia precisa algo e algueèn de mehor… (due firme)

–         -un uomo squallido, ignorante davvero inqualificabile… nel 2010 ancora queste frasi da bar…vergogna! (firma)

–         -ma perché dobbiamo farci rappresentare da un nano megalomane che non si vuole arrendere all’età e va anche con le minorenni? Non sa in che casa andare perché ne ha 20? Tagliamolo in 20 pezzi e ne mettiamo uno per casa! (nome)

–         -che il fango ti sia lieve!

–         -i veri uomini, quelli che lo sono nell’animo non hanno bisogno di urlare il loro finto machismo. Berlusconi curati!

–         -Silvio, grazie a te siamo diventati lo zimbello d’europa e del mondo!!! Anche grazie alle tue assurde affermazioni cadiamo sempre più in basso! Ci vergogniamo di te e della tua zozza politica razzista, sessista, fascista ecc ecc !! con poca stima (seguono due firme)

–         -Silvio, vai in galera, ma non in visita!!! (nome)

–         -caro Presidente del consiglio, cos’hai contro i gay? Io non ho niente contro gli Etero. RISPETTO! (e togli u po’ di barzellette e pensa a lavorare…)

–         -costruiamo insieme una speranza (firma)

–         -non ho parole… ti si può solo sputare in un occhio…

–         -caro Silvio guarda dall’alto, come fai di solito, guardati dall’alto. Guarda la tua Arroganza, la tua Povertà, la tua Solitudine. Con sincera compassione ad una vita quasi persa (firma)

–         -caro Presidente, si ricordi che non esiste civiltà né democrazia se non c’è il rispetto per la persona (firma)

–         -Silvio cambia paese (due firme)

–         -il popolo dell’amore… di solito non paga!

Annunci

3 commenti su “Scrivi qualcosa a Berlusconi…

  1. michelangelo
    novembre 7, 2010

    Caro Silvio, in qualità di fondatore, rappresentante e lider del popolo della libertà non hai nessun diritto alla privasi.
    La tua vita, 24 ore su 24, appartiene all’opinione pubblica. Essa deve essere limbida e cristallina.

  2. admin
    novembre 7, 2010

    Le persone LGBT e i familiari ringraziano i giornalisti, i politici di tutte le aree, i sindacalisti, gli esponenti della società civile che hanno partecipato ieri alla lunga “maratona” per il rispetto della nostra dignità.
    Ma il ringraziamento più grande e la nostra commozione vanno a tutte le cittadine e a tutti i cittadini di ogni età, genere, orientamento sessuale, di ogni ceto sociale, dai credo politico e religiosi più disparati che ci hanno manifestato la loro incondizionata solidarietà sollecitandoci ad andare avanti per salvare questo Paese dalla barbarie dell’immoralità pubblica, del cattivo gusto, della paura e dell’odio.
    Un grazie ancor più grande a quelle persone che hanno accettato di dialogare con noi nonostante gli iniziali pregiudizi e che poi hanno finito con lo scoprire che siamo molto più “normali” di certi personaggi televisivi che non sempre ci rappresentano.
    Infine un grazie sentito a tutte le militanti e i militanti, in particolare alla numerosa compagine di donne lesbiche, che sono venute a sostenerci apportando la loro creatività, la loro ironia, la loro faccia.
    Da oggi sentiamo la società civile sempre più vicina a noi e alle nostre battaglie che promettiamo di continuare a condurre con sempre maggior vigore ed efficacia.
    Valerio Mezzolani, Luca Perilli Maria Cristina Mochi
    Arcigay Agorà PU AGEDO PU

    Pesaro, 7.11.2010

  3. Valerio
    novembre 8, 2010

    Grazie alla redazione di Rimarchevole per aver pubblicato le frasi dei pesaresi a Berlusconi e i comunicati Arcigay e Agedo!
    Siamo andati benissimo ragazzi, il nostro piccolo contributo a denunciare l’arroganza e ad esigere rispetto l’abbiamo dato! Continuiamo cosi!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Valerio di Arcigay Agorà

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: