rimarchevole…

un blog di provincia…

Pesaro non è più un’isola felice… aggressione omofoba


Riceviamo da Arcigay Agorà Pesaro:

Nella notte tra il 27 e il 28 Luglio a Pesaro presso il Macaco Beach di viale Trieste, F.C., 31 anni e K.R., 21 anni, in vacanza presso la nostra località balneare, sono stati brutalmente aggrediti e ingiuriati da una ragazza e due ragazzi mentre si scambiavano un bacio fuori dal suddetto locale.

Aizzati dalla ragazza che ha improvvisamente gridato: “Questa checca di merda mi ha toccato la figa”, rompendo una bottiglia con la quale ha colpito K., gli altri due ragazzi che stavano con lei hanno spintonato F.C. facendolo rovinare a terra e poi preso K.R. per il collo al fine di immobilizzarlo e quindi di colpirlo con pugni in testa al grido di “Finocchio di merda!” e “Gay di merda!”. Sono stati prontamente allertati i soccorsi e le forze dell’ordine. K.R. ne avrà almeno per 20 giorni.

Le vittime si sono rivolte a noi e sporgeranno querela contro ignoti assistiti dall’Avv. Maria Gabriella Caliandro del Foro di Fermo e della Rete Lenford. La Rete Lenford riunisce un pool di avvocati di tutta Italia che si occupano particolarmente di casi di discriminazione basati sull’orientamento sessuale e di genere.

 “Tanto tuonò che alla fine piovve”: Pesaro, per triste ironia della sorte, ha visto moltiplicarsi nell’ultimo mese episodi di dichiarata omofobia. Siamo partiti con la nota vicenda del coro Komos, escluso dalla Curia con il beneplacito del Comune perché formato da omosessuali dichiarati; abbiamo proseguito con la squallida vicenda politica del rigetto della mozione per introdurre il Registro delle Unioni di Fatto in Comune; ora siamo davvero alla frutta con questo gravissimo atto di violenza. A due passi da noi, il Sindaco di Fano, Aguzzi, ha recentemente bocciato la proposta di istituire un osservatorio sull’omofobia motivandolo con la sua inutilità! Dobbiamo aspettare il morto per comprendere quanto razzismo omofobico si sia diffuso all’interno della nostra società?

 Per sollecitare la solidale collaborazione civica dei testimoni dell’evento, per illustrare i particolari e le azioni che intenderanno seguire i ragazzi e l’Arcigay, per sollecitare una netta presa di posizione delle forze politiche locali e regionali e per rispondere a tutte le domande che la Stampa intenderà porci, indiremo una Conferenza Stampa con l’Avv.Caliandro per GIOVEDI’ 5 AGOSTO alle ore 11.00 presso la Casa delle Associazioni FERRHOTEL dietro la Stazione di Pesaro.

Siete invitati a partecipare numerosi.

Valerio Mezzolani, Presidente , Luca Perilli, Vicepresidente  arcigayluca@yahoo.it

Pesaro, 2.8.2010

Annunci

Un commento su “Pesaro non è più un’isola felice… aggressione omofoba

  1. admin
    agosto 3, 2010

    a me pare che un Osservatorio sull’omofobia esista già: è grazie infatti all’attività di arcigay agorà in provincia che vengono segnalati casi come questo e vengono prese misure di denuncia civile e politica. forse la proposta di far attivare dal comune di Fano un osservatorio era u po’ demagogica, perché a mio parere sono le associazioni già attive, come Cgil nuovi diritti ed Arcigay, che debbono farsi finanziare i progetti e semmai poi chiedere ai comuni di essere supportati.
    anche la proposta di un registro delle unioni civili a Pesaro, presentata da un unico consigliere, e non sorretta da incontri pubblici e consultazioni PRIMA, sottolinea come queste battaglie rischino di finire lottizzate dalla solita retorica di quei pochi politici fuori dal coro che bontà loro paiono più mine vaganti che rappresentanti.
    tutta la solidarietà ai ragazzi colpiti.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: