rimarchevole…

un blog di provincia…

Il primo registro in provincia


Finalmente si apre una breccia nell’apparente insensibilità per motivi ideologici della Giunta fanese: e l’assessore Michele Silvestri ottiene un risultato insperato a beneficio della laicità delle istituzioni e di tutti i cittadini fanesi:

Il testamento biologico a breve sarà realtà anche nel comune di Fano.

“Nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, -commenta l’assessore Michele Silvestri (I socialisti per Fano)- è stata approvata una mozione sulla istituzione del registro per la raccolta delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (il cosiddetto Testamento Biologico).

 

La mozione ha riscosso il consenso bipartisan di buona parte dell’assemblea, con 17 voti a favore: mezzo gruppo consiliare del Pdl, mezzo della lista civica La Tua Fano, oltre al sindaco; un astenuto e otto voti contrari, tra questi l’Udc e la componente ex An del Pdl.

 

“E’ il risultato di un progetto -afferma Silvestri- su cui mi sono impegnato molto e ho creduto profondamente fin dall’inizio, visto che riguarda da vicino la vita di tante famiglie.

 

Si tratta di un passo importante per il nostro Comune e per il nostro Stato che si professa libero e laico.

 

Tengo subito a chiarire che questa mozione non riguarda assolutamente l’eutanasia, cioè l’aiuto a morire, ma la possibilità di accettare o rifiutare trattamenti terapeutici quando ci si trovi in una condizione di vita estrema, salvaguardando così la propria dignità e l’autodeterminazione, nel rispetto degli articoli 13 e 32 della nostra Costituzione”.


da Fanoinforma

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: