rimarchevole…

un blog di provincia…

Elezioni 2010: leaderismo e tv. I dati Agcom.


Sembra ormai DEL TUTTO scomparsa la capacità di fare politica attraverso il  corretto confronto collettivo basato sui bisogni di ciascuno/a: la politica è diventata spettacolo, aggressione verbale, battuta, barzelletta, grazie allo scivolamento di tutti in una sorta di contenitore televisivo sempre acceso nel quale il finto sembra vero (come i reality, finti) e il vero sembra finto.
Il leaderismo è diventato necessità per tutti, perché sembra che si sia quasi completamente perduta la fiducia negli altri, nell’altro, che ci pare più un nemico da combattere in una battaglia bisognosa di un condottiero, che una persona con le idee diverse dalle nostre, o una controparte economica.
Con la politica che è diventata gioco di facce e di battibecchi, in una realtà sempre più complessa dalla quale è difficile raccogliere e conoscere dati sulle situazioni, è importante seguire i fatti conoscendone la misura.
L’autorità Garante per le comunicazioni  pubblica i dati dei rilevamenti sulla presenza delle forze e figure politiche nei notiziari televisivi italiani.
Basterebbe una occhiata a questi dati per capire dove va la realtà televisiva e come è manipolata, se non bastasse guardare  servizi giornalistici italiani, ormai pura propaganda.
Questi i dati che riguardano la settimana dal 7 al 13 marzo sul monitoraggio dei tg di Rai, Mediaset, Telecom Italia Media (Mtv e La7), Deejaytv, Skytg24.
Nota bene: vengono monitorati i tempi di notizia (il tempo concesso a notizia su forza politica o personaggio politico), i tempi di parola, il tempo di antenna che è la somma dei tempi di notizia e di parola. Vengono calcolate anche le repliche.
La personalizzazione della politica, per cui sempre più tempo è concesso alle esternazioni dei leader (tempo di parola) è sempre meno alla spiegazione delle politiche attuate dai vari partiti (tempo di notizia), risulta evidente.
Qui trascriviamo comunque i dati relativi al TEMPO DI ANTENNA :
Pdl 40,66%, Pd 13,13%
Lega 3,02%, Udc 4,40 %
Idv 5,22%, Radicali 2,11%
La destra 0,04%, Feder.della sinistra 0,04%
Sinistra ecologia libertà 0,11%, Psi 0,27%
Alleanza di centro 0,12%, altri 0,86%
per un totale di tempo di antenna del 70,06%
a questo, per raggiungere il totale, si somma il tempo di antenna destinato alle figure istituzionali:
Presidente della Repubblica 6,96%, Presidente del consiglio 4,75%,
Presidente del Senato 1,42%, Presidente della Camera 3,51%
Governo (portavoce e comunicati) 12,15%, Unione europea 1,14%.

Rimarchevole.

Un commento su “Elezioni 2010: leaderismo e tv. I dati Agcom.

  1. Pingback: Silenzio elettorale… « rimarchevole…

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: