rimarchevole…

un blog di provincia…

Ambiente: la mappa dei SI’

Ecco la lettera di risposta agli articoli apparsi su il Corriere Adriatico che
definivano i comitati locali “quelli dei NO”:

Gentile signor Edoardo Danieli,
con i suoi interventi a tutta pagina sul Corriere Adriatico dell’11 e 12 Marzo ha dato ai lettori una “Mappa del no” – anche se incompleta -prospettando i tanti luoghi delle Marche in cui persone come noi si oppongono al malgoverno e, a volte, al malaffare locale.
Una cartografia dei luoghi ove Regione Marche ed altre Amministrazioni, intendono realizzare impianti, quali inceneritori,   gasdotti, rigassificatori, cave, centrali nucleari (a San Benedetto del Tronto ?!?).
Peccato che Lei non si sia posto due semplici domande:
1) Perché tanti Comitati ?
2) Da chi sono composti i Comitati ?
Pazienza, non avra’ avuto modo di approfondire! Altrimenti, seguendo l’attività dei comitati, avrebbe capito che ai tanti NO corrispondono altrettanti SI: SI alle alternative ecosostenibili, SI alla partecipazione ai processi decisionali, SI ad una economia che crei posti di lavoro e non li sottragga con operazioni monopolistiche o tese solo ad favorire i poteri forti.
Questi SI per realizzarsi hanno bisogno anche dei NO, poiché occorre avere  coraggio e lungimiranza per fare delle scelte alternative a quelle proposte da chi concepisce l’economia come speculazione (Vedi le mire sulla gestione delle acque pubbliche), o come sperpero di denaro pubblico (Vedi la generosa elargizione degli incentivi Cip 6 a inceneritoristi, petrolieri e industrie cementiere).

Grazie sig. Edoardo Danieli,
noi La ringraziamo perché, sebbene con superficialità e, forse, voluta approssimazione, Lei ha fatto conoscere ai marchigiani molte delle questioni insolute che affliggono il nostro territorio. Lei ha disegnato la mappa – non completa purtroppo – del malgoverno nelle Marche.

I Comitati nascono, infatti, laddove l’Amministrazione non è efficiente, laddove politici e funzionari si dimostrano incapaci e/o insensibili alla integrità del territorio ed ai diritti dei cittadini che vi risiedono.

I Comitati sono formati da CITTADINI comuni, di ogni  età, censo, credo politico e religioso, che si fanno carico di contrastare gli errori e i limiti del malgoverno. Pensionati, professionisti, operai, imprenditori, studenti usano il loro tempo e il loro denaro per evitare lo sfregio del territorio e per tutelare i propri diritti. Il primo fra questi è la salute (Art. 32 della Costituzione), ma ha poi grande importanza il diritto di proprietà (Art. 42 della Costituzione), nonche’ la tutela dell’ambiente, del paesaggio e della qualità della vita, anch’essi valori costituzionalmente riconosciuti.
Noi difendiamo il nostro territorio, le città, i paesi e le campagne, le attività produttive e sociali partendo dai diritti sanciti dalla nostra Costituzione e dalla legislazione europea. La nostra attività favorisce la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle amministrazioni affinché vengano fatte altre scelte, magari più impegnative, di certo più democratiche, che possano dare un futuro ai nostri luoghi.

Invitiamo Lei e chiunque fosse interessato veramente all’attività dei Comitati ad incontrali ad uno dei tanti appuntamenti in calendario. Tra i prossimi citiamo:
21.03.2009 – Gubbio, Centro Servizi Santo Spirito, ore 15.00 – Il gasdotto Brindisi -Minerbio

26.03.2009 – Campiglione di Fermo, ore 15.00 – La Ned Silicon

03.04.2009Calcinelli di Saltara  (PU), Sala comunale, ore 21.15 – Le tre vertenze: ACQUA – CIP 6 – INCENERITORE DI BIOMASSE DI SCHIEPPE

Distinti saluti.

 

COORDINAMENTO DEI COMITATI DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

http://www.comitatinrete.it

segreteria@comitatinrete.it

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: